Flash con schermo LCD: migliori prodotti di Maggio 2021, prezzi, recensioni

L’utilizzo del flash a volte risulta proprio indispensabile. Fotografi esperti e non lo sanno bene. In particolare, in determinati contesti ambientali e non solo, la carenza di luminosità non sempre è possibile risolverla con le impostazioni dei parametri di scatto. In tal senso sarà obbligatorio munirsi di questo incredibile strumento per migliorare sensibilmente i propri shooting.

Utilizzare un flash significa assicurarsi una luminosità maggiore e quindi risolvere le corrispettive problematiche che potrebbero far ricavare scatti sottoesposti, con ombre eccessive e poco chiari. Ecco che si rivelerà comunque importante avere un flash nella propria attrezzatura.

Nel seguente articolo, nella fattispecie, vorremmo focalizzarci sui flash esterni con schermo LCD. Quali sono le loro funzioni, caratteristiche e peculiarità che differenziano questi da altri modelli in commercio. Curiosi di saperne qualcosina in più? Non perdiamo tempo allora e scopriamo insieme tutto ciò che di più utile ci è dato conoscere!

Flash esterno? Meglio con più funzioni e optional. Quanto conta lo schermo LCD?

Un flash esterno che si rispetti, dovrà vantare determinate funzioni oltre a quelle ritenute basilari. Seppur alcune necessarie solo con un uso di tipo più professionale, altre invece si rivelano praticamente indispensabili persino per i principianti in materia. Una di queste la ricopre proprio lo schermo LCD sul retro del flash. 

Ma a cosa serve avere uno schermo LCD?

     

  • Permette una gestione migliore delle impostazioni.
  • Ogni parametro sarà tenuto sotto controllo.
  • Sarà possibile gestire e visualizzare i parametri impostati grazie ai tasti al di sotto dello schermo.
  • Alcuni modelli di schermi saranno con tecnologia touchscreen. 
  • Non sarà necessario controllare le impostazioni dalla reflex.
  • Lavoro più immediato.

   

Come possiamo notare, non sono certo pochi i vantaggi che si ottengono grazie alla presenza di uno schermo LCD. Ma se volessimo ulteriormente individuare i dati che riporta uno schermo quali sarebbero? Ecco alcuni esempi:

  • Potenza del lampo di luce.
  • Ampiezza della parabola.
  • Se è attiva o meno la modalità TTL.
  • Il valore degli ISO.
  • Livello di batteria del flash.
  • Apertura del diaframma.

   

In base al modello, chiaramente saranno presenti meno o più elementi indicativi. Sui flash di tipo professionale ad esempio, saranno presenti anche più informazioni, questo perché in linea di massima sono flash usati da professionisti ed in modalità manuale. Il che significa nel dover avere ogni singolo parametro sotto il proprio controllo.

Conta solo lo schermo LCD? Quali altre specifiche tecniche sono importanti da osservare?

Lo schermo LCD su un flash è un elemento a dir poco essenziale ma non è il solo. Per quanto sia importante esistono altri aspetti che un flash esterno dovrebbe sempre vantare. Ad esempio l’ideale è sempre puntare su flash con una potenza luminosa abbastanza alta. Ma cosa si intende per potenza luminosa?

Numero Guida? Di che si tratta?

Con Numero Guida si intende un valore specifico volto ad indentificare la potenza complessiva del flash. Logicamente in commercio esistono flash potenti e altri meno potenti e proprio questo dipenderà dal valore del loro Numero Guida. Un Numero Guida inferiore a 50 lascerà intendere che quel particolare flash non abbia una buona potenza, anzi. Se invece il Numero Guida si avvicina ai 60, ci troveremo davanti un prodotto adatto anche ad un uso più professionale, in quanto capace di garantire un raggio di luminosità maggiore in termini di distanza.

Testa mobile? Ecco perché!

Se c’è una cosa che contraddistingue un flash esterno aggiuntivo da uno integrato alla reflex, è proprio la capacità di poter direzionare il fascio luminoso a proprio piacimento. Nella fattispecie, il flash integrato non si considera una soluzione da prendere in considerazione, in quanto la sua potenza luminosa è abbastanza scadente, ma non solo. Il suo fascio di luce sarà unidirezionale, ovvero ciò che illumineremo sarà solo il soggetto di fronte. Quali sono le conseguenze?

     

  • Foto sovraesposte.
  • Ombre troppo dure e marcate.
  • Mancanza di profondità di campo.
  • Soggetto eccessivamente in luce.

   

Si nota che i risultati non saranno certo dei migliori. Ed è qui che il flash esterno entra in gioco. Il grande punto a favore, o per lo meno uno dei tanti, è proprio la possibilità di indirizzare il fascio di luce secondo le proprie necessità. Facendo ciò, sarà possibile sfruttare tecniche fotografiche molto interessanti inerenti alla gestione della luce, come ad esempio quella del “rimbalzo”. Il consiglio per un tipo di illuminazione morbida ed omogena è appunto quello di puntare il fascio luminoso su una superficie che non sia il soggetto. Parliamo di un muro o del soffitto ad esempio. Ci risparmieremo ombre indesiderate e sovraesposizioni poco gradevoli.

L’orientabilità della testa di un flash varia da modello a modello. Generalmente il loro range comprende sia un movimento in verticale che in orizzontale. Se si seleziona un modello particolarmente performante, il movimento della testa sarà praticamente totale. Altri avranno dei limiti oltre il quale non sarà possibile direzionare la luce.

Modalità automatica o manuale?

La modalità automatica è nota come TTL. Attivando tale modalità, daremo al flash il compito di riconoscere e capire quale sia la potenza migliore di luminosità del fascio di luce. Ciò sarà possibile grazie ad una comunicazione diretta con l’obiettivo montato sulla reflex. Tuttavia, per destrarsi al meglio nel mondo della gestione della luce, è sempre consigliabile imparare e sperimentare le varie impostazioni tramite la modalità manuale. Certamente sarà più complesso, ma sarà anche utile per capire le regole e come comportarsi in situazioni disparate. Logicamente se si è di fretta, anche la modalità automatica è di certo un’ottima soluzione.

Prezzi? Ma quanto costano i flash con schermo LCD?

Parlando più nello specifico di prezzi, possiamo affermare che in commercio esistono diverse fasce di costo che si adattano bene o male a tutti i tipi di target. I prezzi di partenza per un flash esterno sono all’incirca tra i 40-80 euro. Se invece il nostro obiettivo è quello di puntare ai top della gamma, la spesa complessiva arriverà anche a cifre di poco oltre i 300 euro. L’acquisto di questi specifici prodotti si consigliano solo per professionisti. Tra i marchi noti e leader nel settore si evidenziano: Nikon, Canon, Metz, YongNou ecc.

Non ci resta che augurarvi un buon acquisto! 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
flashelettronici.it