Flash economici: migliori articoli low cost del 2021

Chi è appassionato o sa un minimo del mondo fotografico, conoscerà di certo un accessorio utile quanto indispensabile come il flash esterno. Che si tratti di un fotografo professionista o di un semplice dilettante in erba, questo si considererà sempre e comunque uno degli accessori più utili soprattutto in determinati contesti.

In commercio, sono presenti modelli che in linea di massima tendono ad accontentare tutti i target di utenti, il che significa saranno acquistabili sia flash esterni particolarmente economici che quelli dal costo assai più alto. La scelta tra un prodotto e l’altro, dipenderà certo dal tipo di uso che se ne farà e dallo scopo di risultato che si vorrà ottenere.

Nel seguente articolo, parleremo delle caratteristiche principali di un flash esterno e del perché se ne consiglia l’acquisto. Oltre a ciò prenderemo in considerazione i modelli di fascia economica e capiremo insieme quali prendere in esame per fare la migliore scelta. Se siete curiosi di saperne qualcosina in più, eccovi di seguito una piccola guida con le info più utili e qualche semplice dritta.

Perché acquistare un flash esterno?

I motivi che spingono all’acquisto di un flash esterno sono davvero tanti. Se partiamo dal presupposto che la fotografia è essenzialmente luce, verrà spontaneo intendere che senza di essa o senza una corretta esposizione, il risultato non potrà certo potersi ritenere gradevole. Ecco che, lo strumento principale che aiuta a migliorare la luminosità dei propri scatti è per l’appunto il flash.

Grazie ad un flash esterno, sarà possibile impostare i giusti parametri, che ricordiamo in parte sarà fondamentale impostare già a priori sulla propria reflex, direzionare un fascio luminoso che crei giochi di ombre se volute, rendere la luce diffusa e naturale e migliorare drasticamente non solo l’esposizione ma il bilanciamento del tono ed altri fattori determinati per una fotografia teoricamente corretta.

Che siate fotografi da studio fotografico o semplici appassionati, è più che ovvio che un flash esterno prima o poi sarà indispensabile. La scelta, quindi, dipenderà solo dal vostro tipo di scatti e dagli effetti che desidererete ottenere.

Ma la reflex non ha un proprio flash integrato?

Il flash presente a ridosso delle reflex, per intenderci quello che in mancanza di luce si attiverà in automatico, è del tutto sconsigliato. Esperti e non, i risultati ottenibili con tale flash non saranno migliori di una foto del tutto priva di luce e questo perché i difetti saranno assai evidenti. Ecco qualche esempio di punti a sfavore probabili su uno scatto mediante flash integrato:

  • Foto prive di profondità di campo. Risulteranno piatte e poco realistiche.
  • Ombre marcate, dure e innaturali.
  • Scatti esageratamente sovraesposti. 
  • Potenza del flash complessiva che oscilla tra gli 11-13 NG. 
  • Impossibilità di direzionare il fascio luminoso. 
  • Occhi rossi se si scatta una foto in primo piano o mezzo busto.

   

Risulta quindi evidente che scegliere volontariamente di utilizzare questo flash sarebbe controproducente ed è per tale ragione che il flash esterno si renderà un accessorio da avere sempre all’interno della propria borsa fotografica.

Quale scegliere se non si desidera spendere grosse cifre?

Come accennavamo poco prima, i flash esterni si inseriscono in fasce di costo assai diverse tra loro. Per quanto riguarda i flash più economici essi presenteranno delle funzioni più o meno basilari e di tipo essenziale, in modo da garantire quantomeno un lavoro discreto.

Tuttavia anche in potenza luminosa saranno assai limitati. Ad esempio, se si volesse analizzare il NG quindi il valore del Numero Guida di un flash economico, sarà probabile reperire modelli con NG pari a circa 20-38. Il che li rende sicuramente dei flash esterni inadatti per ottenere prestazioni professionali.

Nonostante la pecca della potenza complessiva, offriranno comunque: una mobilità sufficiente della testa per assicurarsi l’orientabilità del fascio luminoso, trigger, funzione master/slave, display con relativi tasti per le opzioni di controllo da impostare direttamente sul flash, luce ausiliaria AF ed il diffusore.

   

Il prezzo però non è tutto!

Per quanto certo il costo di un prodotto possa essere sicuramente un motivo che influenza l’acquisto, il flash esterno non sarà un valido investimento se oltre ad un prezzo vantaggioso non offre le funzioni di cui si avrà la necessità. Ecco che, prima di puntare a capofitto sul flash più economico di tutti, bisogna prendere in considerazione una serie di aspetti ed accertarsi che esse combacino con quelle che saranno le nostre aspettative. A volte, quindi, risulta più conveniente spendere qualche euro in più ma ritrovarsi tra le mani un accessorio di valore maggiore e che possa offrire una prestazione almeno nella media.

Marchi da consigliare? Ecco una breve lista dei produttori di flash esterni che rientrano in una fascia certamente economica:

     

  • Neewer.
  • Yongnuo.
  • Metz.

   

Questi brand sono particolarmente quotati per i loro prodotti dal costo accessibile e che se non necessarie prestazioni professionali si rivelano degli ottimi flash per un uso quotidiano e senza troppe pretese.

Piccoli consigli pratici prima dell’acquisto.

Uno dei fattori che andranno presi in considerazione prima di scegliere il flash esterno è la compatibilità. Dato che il flash dovrà comunicare in modo diretto con la reflex, sarà essenziale assicurarsi che esso rispecchi una buona compatibilità col proprio sistema. Canon, Nikon o Sony che sia, necessiteranno di un flash che possa garantire una comunicazione ottimale.

Il rischio è quello di non poter sfruttare al massimo tutte le funzioni presenti su un dato modello, soprattutto per ciò che riguarda la modalità wireless e quella della funzione slave. Fortunatamente, anche i brand di flash esterni che producono prodotti economici, sono perfettamente in grado di garantire modelli adatti a tutti i sistemi.

La chiave di un buon acquisto, soprattutto se non si desidera spendere una cifra importante, è quella di fissarsi un budget di spesa massimo e quindi far rientrare in esso il modello di flash che vanti un rapporto eccellente tra qualità/prezzo. Tutto questo varrà in particolar modo se non si è dei professionisti ma semplici fotografi occasionali. Di certo spendere in questo caso somme di denaro eccessive sarà del tutto sconsigliato e quindi al contrario, meglio orientare la propria preferenza su modelli più adatti ad altri tipi di utilizzo.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
flashelettronici.it