Flash manuali a poco prezzo, i meno cari del 2021, articoli, marche

Quando si parla di fotografia, di certo non si può omettere un concetto essenziale che ne fa parte, ovvero la luce. Senza di essa non sarebbe possibile scattare e quindi è logico pensare che un buon risultato è ottenibile solo se si riesce a gestirne al meglio alcuni criteri che stanno alla base della corretta luminosità ed esposizione.

A tal proposito, uno degli accessori specifici per assicurare agli scatti il risultato ideale è il flash esterno elettronico. Con un flash esterno, sarà quindi possibile equilibrare e creare non solo il giusto rapporto tra luci e ombre, ma sbizzarrirsi nella totale manovra della luce, che si tratti di effetti creativi o più mirati alla resa naturalistica di un soggetto.

Nel seguente articolo, nella fattispecie, vorremmo concentrare la nostra attenzione sui modelli di flash esterni più indicati ad utenti alle prime armi e che quindi non richiedano una spesa in denaro eccessiva o fuori portata. Capiremo insieme quali sono i brand specializzati nella produzione di questi flash e valuteremo i migliori da tenere in forte considerazione. Quindi non perdiamo altro tempo e scopriamolo subito!

A cosa serve un flash esterno?

Come accennavamo poco prima, senza la luce non ci sarebbe nessuna fotografia. Soprattutto in determinati contesti dove la luce naturale scarseggia, sarà a dir poco necessario munirsi di un accessorio che possa aiutare a dare il giusto supporto in tal senso. Il flash, quindi, non è altro che un modo pratico per ottenere luminosità aggiuntiva quando essa si rivela insufficiente.

Che si tratti di fotografi esperti o semplici appassionati, il flash si rivela sempre essenziale. Magari per scattare foto serali o in luoghi al chiuso privi di illuminazione. Ma non serve solo a questo un flash esterno. Sì perché anche la fotografia da studio ne sfrutterà al massimo le potenzialità creative. Con la luce si può modellare, creare e raccontare. Poterla quindi gestire a proprio piacimento mediante non solo il flash esterno ma anche grazie ai corrispettivi accessori renderà i propri scatti unici e fortemente personalizzati.

È per tutta questa serie di motivazioni che un flash esterno non dovrebbe mai mancare all’interno della propria borsa fotografica. Non importa se di estrema qualità o di fascia super economica. Ciò che conta, più di ogni altra cosa, sarà il saperlo utilizzare, nel modo giusto e nel momento giusto. Sarà questa la reale differenza tra uno scatto degno di nota ed uno di poco valore.

Flash esterni a poco prezzo. Caratteristiche:

A discapito di prodotti di qualità e prezzo superiore, per ovvie ragioni i flash di fascia economica presenteranno degli inevitabili limiti di prestazione che, logicamente non potranno rendersi adatti a livelli professionali. Ecco che flash di questa tipologia sono prettamente pensati per un target di pubblico che muove i primi passi nel mondo della fotografia e che desidera fare pratica senza dover spendere grosse somme di denaro.

Ma vediamo insieme cosa potrebbe vantare un comune flash esterno di fascia super economica:

  • Potenza in NG pari a circa 20-38. 
  • Potrebbe non avere la funzione automatica TTL.
  • Discreta mobilità della testa, sia in orizzontale che in verticale.
  • Luce ausiliaria AF.
  • Display LCD.
  • Tasti per impostazioni di controllo diretto.
  • Velocità di riciclo discreta. 
  • Zoom da 14 – 105 mm.
  • Funzione Multiflash.

   

Come possiamo vedere non sono certo male e malgrado non si tratti di prodotti altamente performanti, saranno comunque capaci di assicurare un lavoro discreto ed essenziale anche nelle situazioni più complesse per ciò che riguarda la condizione luminosa.

Perché preferire sempre e comunque un flash esterno piuttosto che il flash integrato.

Molti potrebbero domandarsi perché non utilizzare direttamente il flash incorporato sulla reflex. La risposta per chi si intende di fotografia sarebbe alquanto ovvia, tuttavia analizziamo meglio quali sarebbero le conseguenze di scattare mediante l’ausilio di questo flash:

  • Foto piatte e prive di profondità di campo.
  • Occhi rossi sui soggetti.
  • Fascio di luce impossibile da direzionare.
  • Fotografie sovraesposte. 
  • Ombre nette, marcate ed eccessivamente dure.

   

Certamente, chi è alla ricerca di effetti omogenei e naturali non dovrebbe mai utilizzare un flash di questo tipo. Oltremodo la potenza complessiva in NG supererà raramente i 13 NG. Di conseguenza parliamo di un flash dalla potenza luminosa estremamente ridotta.

     

Malgrado in commercio siano presenti degli accessori che ne migliorino l’utilizzo, come ad esempio piccoli diffusori da applicare, si rivela sempre un gran limite per il fotografo, in quanto la mancata possibilità di orientare il fascio di luce, creerà non pochi problemi al momento dello scatto.

Prezzi e costi. Ma quanto pagare un flash esterno se non si vuole un prodotto professionale?

Mantenendoci sempre sull’ottica del risparmio, esistono svariati modelli in commercio che permettono di avvalersi di un flash esterno senza dover per forza sborsare una considerevole somma di denaro. La fascia economica presenta prezzi che oscillano tra i 35 euro ed i 70 euro circa. Questi sono flash che bene o male riescono ad adattarsi a tutti i tipi di tasche e persino i meno esperti potrebbero trarne un grande vantaggio.

I brand e marchi che producono e distribuiscono flash esterni di questa fascia di costo sono per lo più: Neewer, Yongnuo. Un aspetto assai importante da tenere in forte considerazione malgrado si tratti di prodotti per principianti è di certo la compatibilità del flash con il proprio sistema reflex.

   

Senza una buona compatibilità tra macchina fotografica e flash, la comunicazione tra esse sarà quasi impossibile, senza contare che spesso l’attacco risulterà inadatto per uno specifico modello di reflex. Ecco che prima di qualsiasi altra cosa andrà sempre osservata la compatibilità e solo dopo guardare le caratteristiche tecniche.

Conclusioni.

I modelli di fascia economica attualmente sono tanti e facilissimi da reperire. Basterà scegliere quello che meglio rispecchia le proprie necessità di utilizzo, che presenti le funzioni utili per il tipo di foto che si andrà a scattare e che rientri nel budget di spesa massimo imposto. Il consiglio, inoltre, è quello di preferire la modalità TTL per una più semplice gestione del flash anche in modalità automatica. Certo bisognerà spendere poco di più, ma la spesa ne varrà di sicuro la pena.

A questo punto non ci resta che augurarvi un buon acquisto! 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
flashelettronici.it