Flash per Reflex: quale scegliere? Articoli e costo

Vi siete mai chiesti come mai delle volte, alcuni scatti possano risultare troppo bui e quindi sottoesposti? Quando tramite i parametri di scatto non è possibile ottenere l’effetto di luminosità desiderato, è il momento perfetto per pensare di optare all’acquisto di un flash esterno per la vostra macchina fotografica.

Moltissimi fotografi professionisti ritengono questo, uno dei componenti essenziali per la propria attrezzatura fotografica. Ciò perché in tantissimi contesti con le più disparate condizioni luminose, un buon flash esterno sarà in grado di assicurare dei risultati eccellenti in termini di luminosità ben distribuita e correttamente omogenea.

Nel seguente articolo, parleremo nello specifico di quali flash sia meglio adattare ad un corpo macchina di tipo reflex. Malgrado la fotocamera offra dal canto suo un flash incorporato, scopriremo lungo il seguente articolo che esso non sia tra le migliori soluzioni da tenere in considerazione. Curiosi di scoprire quale sia il flash ideale? Vediamo subito tutto ciò che di più utile c’è da sapere a tal proposito!

L’illuminazione. Parte essenziale della fotografia!

Per molti principianti potrebbe essere un concetto da poter sottovalutare. Eppure, tutti i professionisti o chi si intende di fotografia, non potrà mai ignorare l’importanza della luce. Volendo intendere la fotografia come concetto, essa sarebbe niente senza l’uso della luce. E proprio la luce è l’elemento che bisognerà imparare a gestire nel modo più corretto.

La luce, è in grado di esaltare i punti focali del nostro scatto. Soprattutto nella fotografia da studio, essa sarà sapientemente indirizzata tramite la corretta attrezzatura, in modo da risultare utile e funzionale per la resa complessiva della nostra foto. Per ottenere tutto ciò, l’uso di un flash esterno sarà pressoché imprescindibile.

Perché evitare il flash integrato della reflex?

Molti di voi, che magari hanno poca dimestichezza con l’uso del flash, si staranno domandando perché non usare direttamente il flash incorporato della reflex? I più esperti sapranno molto bene che questo sia un flash poco versatile e soprattutto inadatto in determinati contesti. La luce particolarmente diretta, rischia il più delle volte di ricreare delle ombre fin troppo nette. Questo aspetto, potrebbe non essere sempre gradevole, a meno che non sia voluto per gusto proprio. Ma se volessimo gestire al meglio la luminosità del nostro scatto non è di certo la soluzione migliore.

Quindi? Meglio optare per un flash esterno!

La soluzione alle problematiche che si riscontrano nell’utilizzo del flash integrato alla reflex, sono facilmente risolvibili dall’acquisto di un flash esterno o anche noto come flash a slitta. Una tra le differenze di base tra questo e il flash integrato, è che quello esterno avrà di certo una potenza luminosa maggiore, che indicativamente viene riconosciuta con uno specifico numero guida (NG). Volendo semplificare il concetto, potremmo elencare tre esempi di potenze standard di un flash esterno:

  • Numero guida tra i 20 e i 40: Flash dalla potenza limitata o scarsa.
  • Numero guida di almeno 50: Flash di livello medio.
  • Numero guida dai 60 in su: Flash abbastanza potente e performante, dalla buona potenza.

   

Come si usa un flash esterno? Manuale o automatico?

Il funzionamento di un flash esterno si contraddistingue per un uso automatico o manuale. Parlando dei flash più acquistati, è impossibile non citare quelli di tipo TTL. Flash che in sostanza riescono a comunicare perfettamente con la propria macchina fotografica.

La caratteristica principale dei flash TTL, è quella di funzionare sulla base dell’esposimetro della reflex. Tuttavia a differenza di altri non terrà conto del livello di luminosità dell’ambiente circostante.

Caratteristiche essenziali di un flash esterno.

Tra i tanti aspetti che accomunano un flash esterno dall’altro, è quello di montare una testa mobile che renda possibile direzionare il fascio luminoso nel modo che più si ritiene opportuno al momento dello scatto. Generalmente l’angolazione va dai ai 90°. Tra i flash più performanti, troveremo quelli direzionabili sia in verticale che in orizzontale, questo garantirà un raggio di movimento più ampio e maggiori soluzioni ottenibili grazie al nostro flash. Anche la connettività wireless potrebbe essere un ottimo elemento per il flash, ciò renderà possibile posizionare il flash anche e soprattutto non obbligatoriamente a ridosso della macchina fotografica.

Quale scegliere, per la nostra reflex?

Non è sempre un’operazione semplice capire quale sia il flash migliore. Tuttavia partendo dalla base, magari se stiamo affrontando l’acquisto di un primo flash per reflex, potremmo valutare questi aspetti particolarmente utili per un uso generico e adatto, bene o male, a gran parte delle situazioni:

  • Flash di tipo TTL. 
  • Che abbia un display.
  • Funzione master e slave.

   

Per quanto riguarda il costo, dipenderà certo dalla potenza di luminosità e dal modello. Eppure rientrare in una spesa di massimo 300 euro potrà assicurarci l’acquisto di ottimi prodotti anche a marchi noti. Il consiglio è quello di evitare flash eccessivamente economici, in quanto potrebbero peccare in funzionalità utili assenti. Tutto però, sarà di certo rapportato all’uso che ne farete e alla tipologia di scatti. In ogni caso, è comunque un ottimo componente da aggiungere alla vostra attrezzatura.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
flashelettronici.it